Non Esiste la Coppia Perfetta

Un uomo che rincasa dal lavoro, stanco, vorrebbe che ad aprirgli la porta fosse una moglie sorridente e ammiccante, che gli corresse incontro ad abbracciarlo e a sussurrargli quanto gli è mancato. Una donna, al suo rientro, desidererebbe trovare ad accoglierla un marito tenero e premuroso, che si sia preso cura della casa e dei bambini con attenzione e pazienza mentre lei era via.

Purtroppo la vita di tutti i giorni allontana la realtà da tali desideri e il momento di tornare nella propria dimora crea tensioni e malumori. La cena non ancora pronta, la lavatrice in funzione, i bambini che piangono e un partner nervoso, estenuato e sciatto.

Una persona matura riesce a far fronte a tali momenti mettendo da parte la propria stanchezza quotidiana pur di consolare l’altro e di farlo sentire comunque bello e amato. Ma non tutti sanno oltrepassare i bisogni egoistici per andare incontro a quelli del coniuge.

Sono coloro che soffrono della sindrome “della bambola” o “del soldato” e non riconoscono il partner se non quando rispecchia in ogni senso lo stereotipo della donna fatale o del principe azzurro. Non distinguendo i momenti di difficoltà della moglie o del marito, il coniuge non ne accoglie la debolezza umana e continua a fare richieste superiori alle capacità di chi gli sta vicino.

Essendo i desideri più ampi rispetto alla possibilità dell’altro di realizzarli, si genera una profonda insoddisfazione in entrambi i componenti della coppia, tanto da arrivare a poco a poco a una situazione di crisi e poi di rottura.

I mezzi di comunicazione non aiutano a superare l’idealizzazione della persona vicina, anzi, accentuano la ricerca dell’emozione a ogni costo, dell’essere belli e appariscenti, della seduzione, ossia la fase iniziale del rapporto di coppia.

Bombardati da tali immagini, molti affermano di cercare nella relazione di coppia l’emozione, il benessere, l’energia. E’ evidente che essi non mancano né devono mancare nella coppia, ma non possono essere considerati valori assoluti. La giusta relazione è quella in cui ai momenti di nervosismo dell’uno si accompagna una particolare dolcezza dell’altro, per compensare situazioni di squilibrio e fare in modo che l’andamento globale della coppia resti energizzato.

Per ritrovare serenità bisogna cambiare prospettiva, pensando non “a cosa voglio io”, ma “a cosa desidererà l’altro”. Evitando la proiezione dei nostri desideri sul partner, ma calandoci con il pensiero nella sua realtà quotidiana, saremo più vicino all’altro, ne capiremo meglio le necessità, spingendolo a sua volta a essere più costruttivo e disponibile a capire le nostre.

Così la coppia ritrova l’armonia e la capacità di fare fronte comune alle difficoltà. Ciascuno dei due si sente spalleggiato dall’altro, compreso, protetto, in una parola amato.

Il Boom de ilmeteo.it

Un milione di utenti unici ogni giorno cliccano ilmeteo.it per saper che tempo farà. E sul sito di previsioni più consultato d’Italia splende il sole. Amato da media, sponsor e utenti anche europei, criticato da siti concorrenti e organizzazioni che affrontano il tempo atmosferico in modo tradizionale, ilmeteo.it è una bella storia d’impresa.

Partito dal nulla, nato in Italia nel 2000, cresciuto poco a poco grazie alle iniziative del suo fondatore, Antonio Sanò, 36 anni, e del suo staff, dà informazioni sulle condizioni atmosferiche in modo semplice.

“Ho la passione delle previsioni del tempo, fin da bambino. Volevo farle anche io ma il mio sogno è rimasto irrealizzato fino alla diffusione di Internet. Ho frequentato il liceo scientifico, poi mi sono laureato in Ingegneria. Per completare gli studi sono andato a Belgrado dove ho conosciuto Ivan Ristic, oggi amico e collaboratore: un ingegnere informatico che ha messo a punto il modello matematico per elaborare le previsioni che usiamo tuttora”.

Il sito è nato nel 2000. Sanò comincia da solo. “L’ho progettato io. Con Ivan, successivamente, abbiamo studiato un sistema per dare previsioni, città per città. All’inizio incontrai difficoltà enormi: erano altri tempi e il sito giravacon un modem a 56k”.

Nel 2003 il sito ha una svolta professionale. “Ho investito alcune migliaia di euro per un nuovo calcolatore e ho cercato aiuto: al sito occorreva una nuova struttura e le mie capacità informatiche non bastavano più. Il restyling, nel 2005, ha portto più pubblicità. Poi abbiamo utilizzato un sistema di calcolo più potente, che ci permette di rendere disponibili previsioni per tutti i comuni, per sette giorni. Da qui in poi è decollato il business. I guadagni arrivano dalla vendita della pubblicità sul sito e dalla vendita del servizio meteo a testate su carta e online”

“Una storia come la mia dimostra che si può avere successo senza capitali iniziali. E investendo man mano per migliorarsi e crescere” conclude Sanò.

Depurarsi con Frutta e Verdura

Il modo migliore per cancellare velocemente ogni segno di gonfiore e ritrovare un fisico visibilmente più tonico e asciutto? Depurarsi con frutta e verdura. Nella propria alimentazione bisogna sempre privilegiare i vegetali di stagione, soprattutto i più ricchi di vitamina C, come arance, limoni e clementine, ma anche broccoli e rucola. Mele, pere, ananas e melegrana, invece, sono ricchi di fibre e aiutano a disintossicarsi e a sgonfiarsi.

Il sedano: è una buona fonte di fibre, vitamine (A, B e C) e minerali (calcio, potassio, magnesio e selenio). Ha proprietà digestive, diuretiche e lassative. E’ ideale per arricchire ogni insalata, purifica l’organismo e contrasta il gonfiore e la ritenzione idrica.

Le carote: hanno un elevato contenuto di vitamine (B, D ed E) e minerali, aumentano le difese dell’organismo e sono una buona fonte di glutatione, un antiossidante che contrasta l’azione negativa dei radicali liberi. Favoriscono la produzione di succhi gastrici, aiutano la digestione, stimolano il fegato, regolano i livelli di colesterolo nel sangue e hanno un’azione diuretica.

L’insalata verde: è una buona fonte di minerali e di vitamine. In particolare la rucola, è una delle verdure più ricche di vitamina C: ne apporta 110 mg ogni etto. Un contenuto maggiore rispetto a quello degli spinaci crudi (54 mg) e del tarassaco (52 mg); in più, contiene una sostanza solfo-azotata che stimola il metabolismo.

I broccoli: hanno un ridotto contenuto calorico (circa 27 calorie per 100g) e sono un’ottima fonte di acido folico, fibre, vitamine e sali minerali, soprattutto vitamina C e potassio. Inoltre, grazie a un alto contenuto di solforafano, hanno un’azione protettiva e spiccate proprietà depurative, diuretiche e antifiammatorie.

La verza: è ricca di vitamine (A e C) e di sali minerali (potassio, ferro, fosforo, calcio e zolfo) e ha un’azione protettiva nei confronti di numerose forme tumorali grazie a un alto contenuto di fitoestrogeni e di sostanze antiossidanti in grado di proteggere l’apparato digerente.

L’ananas: è composto per il 9% da acqua e per il 10% da zuccheri, vitamine (A, gruppo B e C), minerali (iodio, magnesio, manganese, potassio, calcio), acidi oranici (acido citrico, malico e ossalico). Ha proprietà diuretiche e antinfiammatorie utili contro gli edemi della cellulite ed è ricco di bromelina, un enzima che facilita la digestione e contrasta il gonfiore.

La melagrana: è un concentrato di vitamina C e aiuta a tenere sotto controllo la pressione alta. Il suo succo, grazie all’ottimo contenuto di antiossidanti, protegge l’organismo e contrasta l’arterosclerosi.

Le prugne secche: sono una fonte eccellente di antiossidanti e contengono anche il potassio. Inoltre, esercitano un’azione lassativa, ma anche decongestionante e disintossicante, favorendo la funzionalità del fegato.

Gli agrumi: hanno un contenuto variabile di vitamina C: 100 g di arance o di limoni ne apportano circa 50 mg, mentre mandarini e pompelmi 42 mg. Ottimi da consumare al naturale, sono squisiti anche spremuti, oppure spellati al vivo per arricchire l’insalata mista.