Consumi a Rilento nel 2008

Dopo un pre-consuntivo stimato al +1,8% nel 2007, per il prossimo anno la spesa per i consumi delle famiglie italiane segnerà un progresso più debole, pari al +1,5%. E’ quanto prevede uno studio condotto dal centro studi di Unioncamere in collaborazione con Prometeia, secondo il quale il calo della fiducia nelle famiglie, i rincari di tariffe nazionali e locali e le condizioni creditizie più rigide anche per effetto dei mutui Usa rappresentano un ‘mix’ che indurrà le famiglie italiane a spendere meno. “Non conosce invece battute a vuoto, la crescita della spesa per consumi delle amministrazioni pubbliche che, nel 2008, risulterà in lieve accelerazione rispetto al 2007 (0,8 contro 0,7%), anche per effetto dei rinnovi contrattuali del pubblico impiego contenuti nella Finanziaria appena approvata”, sottolinea lo studio, evidenziando come il pil italiano nel 2008 dovrebbe crescere intorno all’1,4%, a fronte del +1,8% del 2007. Come al solito chi non ha soldi spende invece di risparmiare, e chi ha soldi risparmia invece di investire e far girare il denaro.


Lascia un commento