Depressione Estiva

La depressione stagionale, che in inglese viene identificata dall’acronimo SAD (Seasonal Affective Disorder) è una forma di depressione più o meno lieve che colpisce le persone solitamente durante il periodo autunnale ed invernale, anche se talvolta, più di rado, si può manifestare anche durante la stagione estiva.

Nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-IV), la depressione stagionale non viene catalogata come disturbo a se ma viene piuttosto definito come un indicatore della presenza di un disturbo bipolare o come una forma di depressione cosiddetta maggiore.

Spesso si ha anche la tendenza a mangiare troppo, soprattutto carboidrati, ed i cambiamenti di umore possono influire, in maniera seria, sulle relazioni con i famigliari ed i parenti, sulla capacità di concentrarsi sui propri compiti ed impegni. Facile incorrere nel pessimismo ed alla mancanza di stimoli e di piacere.

Le persone che sperimentano la depressione stagionale durante l’estate possono manifestare sintomi come ansia, irrequietezza, irritabilità, diminuzione dell’appetito e del desiderio sessuale.

Tra i trattamenti più utilizzati per curare il malessere si sono sperimentate terapie con luce solare e luce artificiale, terapie cognitivo-comportamentali, la somministrazione di aria ionizzata e supplementi alimentari a base di melatonina e vitamina D.


Lascia un commento