Il Business dei Distributori Automatici

Anche in Italia, i distributori automatici si stanno sostituendo in parte ai negozi tradizionali. Molti prodotti sono ormai considerati tradizionali per un distributore e devono essere presenti anche in un negozio automatico. Quindi, bevande calde o fredde, e snack, che tutti sono abituati a prendere nella macchinetta.

Oggi la scelta si è molto ampliata arrivando a toccare anche magliette e camicie. Ma l’interesse maggiore è per i prodotti di prima necessità, come il latte o il dentifricio, che in un negozio automatico si possono trovare anche fuori orario. Quando si torna a casa la sera tardi e non si è avuto il tempo di passare da un negozio di alimentari, fa comodo poter comprare la colazione per l’indomani.

Ancora di più, trovare cerotti o prodotti per l’igiene intima. La vera novità, adesso, sono i piatti pronti: porzioni di pasta surgelata, panini, da scaldare in un forno a microonde disponibile nello stesso negozio automatico.

Il successo dei distributori automatici è dovuto, almeno in parte, alla convenienza economica. Una macchinetta automatica consente di risparmiare sul costo del personale che incide molto sul costo di un prodotto. Con un singolo negozio non si diventa ricchi, ma si ricava il corrispondente di uno stipendio dignitoso: fra duemila e tremila euro.

E tutto con un paio d’ore al giorno di lavoro, compreso il tempo per andare e tornare dalla postazione. Naturalmente i prezzi bassi fanno aumentare i consumi e, in questo modo, i clienti si abituano a venire in negozio anche quando potrebbero scegliere altri negozi, non solo quando sono in emergenza.

E’ possibile aprire un vero e proprio emporio con diversi distributori che vendono prodotti differenti. Le possibilità sono molte e diverse, a seconda della posizione, della città, del contesto. La formula che si sta diffondendo di più è quella della galleria. Ovvero, un locale coperto, sempre accessibile, dove i distributori sono schierati come i prodotti sullo scaffale di un supermercato.

L’ideale di questa collocazione è l’apertura 24 ore su 24, e per questo le macchine sono difese da robuste pareti antieffrazione. La posizione ideale, però, è quella a chiosco: le macchine che formano un’isola in un’area aperta. Potrebbe essere uno spiazzo in un’area pedonale, ma anche una stazione di servizio. In ogni caso, il negozio automatico deve essere accessibile con facilità e ben visibile.


Lascia un commento