Metti in Ordine e Vivi Meglio

Sei confuso/a e stanco/a? Rimetti in ordine la tua vita anche all’esterno. Si dice che lo spazio in cui si vive, la propria casa, rifletta chi ci abita: il carattere, il periodo che sta passando e il suo modo di affrontare la vita.Alcuni psicologi americani sostengono che il disordine e il caos influiscono negativamente sull’equilibrio psico-fisico, fanno perdere tempo e assorbono l’energia vitale.

E’ lo stesso principio che sta alla base del Fen shui che si occupa di valutare lo spazio casa dal punto di vista dei principi yin yang e dei 5 elementi: Nord Acqua, Est Legno, Sud Fuoco, Ovest Metallo, Centro Terra, e decidere quali sono i rimedi migliori per armonizzare e far fluire l’energia all’interno della casa e portare prosperità e serenità.

Lo space clearing l’arte di liberare lo spazio, si occupa del come vivere in ambienti puliti per far fluire energia e positività. La prima regola è disfarsi di tutto ciò che non ci serve perchè lo stress è causato principalmente dalla disorganizzazione. Eliminare il superfluo, il disordine, l’accumulo aiuta a raggiungere uno stile di vita pieno, con ciò che desideriamo.

Molti hanno problemi a farlo e così gli oggetti si moltiplicano creando non solo disordine ma tenendoci legati al passato, impedendoci quindi di affrontare i cambiamenti. Ogni volta che in casa entra un oggetto nuovo, è necessario liberarsi di uno vecchio. Questa è una delle regole. Infatti quando mettiamo a posto un armadio, un cassetto o altro, in realtà stiamo facendo ordine dentro di noi. Rimettere ordine nella propria vita significa eliminare il superfluo, quello che non serve più. E’ la filosofia del togliere invece che aggiungere, selezionare piuttosto che incrementare.

Hai mai fatto caso che quando sei in un periodo di cambiamento ti vien voglia anche di rimettere a posto qualcosa in casa? Di far spazio? Alcune persone però fanno fatica ad eliminare oggetti,vestiti… Le motivazioni sono diverse. vediamone alcune:

– L’oggetto è legato ai ricordi: alcune persone tengono tutto dal biglietto del cinema che hanno visto con il primo amore ai biglietti di auguri di natale di anni fa. Questa abitudine è legata al mantenere la propria identità, la propria storia personale. E’ come se si pensasse che eliminando queste cose venisse meno anche il legame con il passato,con le persone. Riguardare le cose del passato rassicura e fa sentire bene. Alcuni però ci portano a galla rimpianti, momenti amari allora è meglio liberarsene senza esitazione perchè sono fonte di malinconia.

– Pigrizia: è il principio di rimandare a domani. Rimandare nel buttare vecchi giornali, vestiti che non mettiamo più. La scusa è la mancanza di tempo. La casa in cui viviamo deve trasmettere armonia. Essa è lo specchio di chi siamo e del periodo che stiamo attraversando.

– Gli oggetti sono legati alla nostra creatività: molto spesso chi svolge un lavoro creativo ama avere tutto sottomano e vuole ritrovarsi negli oggetti che ha intorno. La confusione però non aiuta l’ispirazione. Se tutto è in ordine e funziona questo aiuta a far chiarezza nei pensieri.

– Il troppo per coprire il vuoto: spesso accumulare oggetti corrisponde a riempire non solo uno spazio esterno che altrimenti rimarrebbe vuoto ma anche a riempire un altro tipo di vuoto: il contatto con se stessi. E’ come alcune persone che abitano da sole e appena rientrano in casa accendono la radio o la tv per non sentire silenzio o quelle che vogliono essere sempre occupate in qualcosa da fare perchè il non fare nulla per un lasso di tempo li metterebbe di fronte alle loro ansie.

– Magari mi serve: un altro motivo che impedisce di togliere ed eliminare è che forse un domani quella cosa potrebbe servire. Questo atteggiamento indica una insicurezza di fondo, il sentirsi vulnerabile nei confronti del futuro. Più caos c’è meno si ha voglia di mettere in ordine.

E’ interessante anche il dove si accumulano principalmente le cose: in alto ( sopra gli armadi,nei soppalchi,in soffitta) simbolicamente è come ostacolare le proprie aspirazioni in cantina o nei posti bui simbolicamente è come se nascondessimo qualcosa che non vogliamo vedere e affrontare.

Per far spazio in una stanza iniziare dall’entrata e procedere in senso orario; preparare 3 contenitori: uno dove metterai le cose da eliminare, il secondo le cose da regalare o dar via, il terzo le cose da spostare in altre stanze o in cantina. ci sono molti benefici nel fare spazio e ‘lasciar andare’ il vecchio per far posto al nuovo. In primis una casa più rilassante dove ogni cosa ha un posto e puoi trovarla facilmente,la sensazione di leggerezza quando ti guardi in giro e la sensazione di aver fatto qualcosa per migliorare il proprio spazio e la propria vita.


Lascia un commento