Non c’è più ignorante di chi ne capisce qualcosa

Sembra un controsenso ma è quello di cui mi rendo sempre più conto. Ti faccio un esempio lampante… se grosso modo hai la mia stessa età, indicativamente, a scuola ti hanno insegnato che i tre colori primari sono giallo rosso e blu, ricordi? E sono certo che in una chiacchierata tra amici metteresti la mano sul fuoco che i tre colori primari sono giallo rosso e blu… fermati…

Prima di perderci la mano…

Apri il vano cartucce della tua stampante, vedi giallo, rosso e blu? Mi dispiace deluderti, ma già da diversi anni i tre colori primari non sono più giallo rosso e blu, ma giallo magenta e ciano. Poniamo il caso tu sia un medico, laureato 10 anni fa, quando i tre colori primari erano giallo rosso e blu… paragoniamoli a qualcosa del settore, quindi un alimento, una cura, un disturbo, un processo di assimilazione… una qualsiasi di queste cose. In questi 10 anni ci sono state delle evoluzioni, delle scoperte, degli studi che si completano, situazioni varie che portano a riconoscere che col giallo rosso e blu non si possono effettivamente ottenere tutti i colori e se il rosso lo cambiamo col magenta e il blu col ciano, la gamma di colori aumenta. In pratica, se non ti aggiorni…

La tua laurea pian pianino diventa carta straccia.

Ovviamente qui la sto facendo tragica per farti percepire il concetto del “non c’è più ignorante di chi ne capisce qualcosa”. Te lo spiego meglio con qualcosa che è accaduto in questi giorni. Buona parte dei medici ci hanno frantumato i zebedei per anni su quanto fa bene il latte per la salute delle ossa… io lo dico da quando è nato questo blob che è il contrario, basta cercare vecchi articoli… e quando parlavo con qualcuno di loro era guerra su sta storia del latte. Da un paio di mesi finalmente l’hanno reso ufficiale anche sui siti del settore medico… leggi tu stesso

Ignorare non vuol dire essere stupidi, vuol dire non conoscere.

Un anno fa, c’erano medici che non conoscevano, ignoravano queste problematiche del latte e cosa consigliavano alle loro pazienti con osteoporosi? Beva tanto latte, mangi tanti formaggi, che le fanno bene alle ossa… caaapraaa, caaapraaa, caaapraaa, avrebbe strillato Sgarbi 😀 A parte gli scherzi, questo è un atteggiamento che hanno tantissimi italiani, basta che conoscono minimamente un argomento si sentono di sapere tutto e fanno ferro e fuoco per convincere il mondo intero che hanno ragione…

Non parliamo poi nel mondo dell’alimentazione…

Mamma mia, sono tutti esperti. L’altro giorno parlavo con l’esperto di turno sulla quantità di aminoacidi contenuti in un integratore piuttosto che un altro e spiegavo che quello suggerito da me, avrebbe potuto anche avere una quantità giornaliera inferiore ad altri sul mercato ma grazie ad una speciale tecnologia, questi aminoacidi, arrivavano tutti dove sarebbero dovuti arrivare… è una tecnologia nuova, che non conosci, quindi ignori. Quale è stata la sua risposta? Sono un laureando in scienze motorie e campione italiano di Karate…

E che minchia c’entra con la tecnologia di assimilazione di un integratore?

Oooh, raga, sveglia… il mondo non gira intorno a ciò che avete studiato, o studiate attualmente… quando si parla di qualcosa di nuovo… una nuova scoperta, una nuova tecnologia, una nuova qualsiasi cosa… informatevi, analizzate e se il caso provate… solo provando, testando una cosa, puoi dire se vera o falsa e comunque sia può essere vera in una situazione e falsa in un’altra, può andar bene ad una persona e male ad un’altra… pugno di ignoranti che siamo (me compreso), proviamo le cose e poi ne discutiamo…


Lascia un commento