Perché Mangiare di Stagione

Frutta e verdura sono scrigni di vitamine, minerali e altri nutrienti. Diversificare la dieta alternando il più possibile i prodotti, soddisfa il fabbisogno dell’organismo, meglio ancora se si scelgono i prodotti di stagione.

Le vitamine, per esempio, sono sostanze labili, delicate, si degradano facilmente, soprattutto con il passare del tempo. Una mela, raccolta in settembre e consumata poco tempo dopo è sicuramente più ricca di sostanze nutrienti rispetto alla sua vicina di ramo rimasta in cella frigorifera fino all’inizio dell’estate, quando sarebbe più salutare mangiare nespole appena raccolte.

Chiunque abbia assaggiato una verdura raccolta nell’orto o cresciuta sul terrazzo di casa sa bene che cosa significa assaporare un ortaggio o annusare un frutto cui è stato lasciato il tempo di maturare sulla pianta.

La coltivazione in serra, se le condizioni sono spinte all’eccesso, forza la fisiologia della pianta, con conseguenze avvertibili al palato. Questo è ancora più evidente nei prodotti coltivati nell’emisfero boreale. Sono raccolti prima di raggiungere la giusta maturazione, perché per essere venduti devono compiere migliaia di chilometri; così, però, il gusto e l’aroma ne risentono. Per capire cosa significhi basta mangiare fragole a Natale o funghi a Ferragosto.

Sembra che la natura sia perfettamente sincronizzata per darci i nutrienti che ci servono, proprio quando sono più necessari. Tra i frutti più ricchi di vitamina C ci sono gli agrumi e i kiwi che, guarda caso maturano in inverno, quando il rischio raffreddore è dietro l’angolo.

I frutti ricchi di betacarotene, come le albicocche, le pesche e i meloni maturano in estate, quando alla nostra pelle serve un aiuto in più per produrre la melanina che la difende dai raggi solari.

Ecco la lista della spesa di Novembre:
– Finocchi: ricchi di fibre, minerali e vitamine del gruppo B e C. Sono diuretici e detossificanti.
– Zucche: sono povere di calorie e ricche di antiossidanti. Hanno proprietà rilassanti e lassative.
– Cavoli: sono una grande famiglia di verdure, ricche di vitamine, minerali e fibre. Hanno buone proprietà antitumorali.
– Radicchio: contiene vitamine B1, B2 e sostanze antiossidanti. Come tutte le verdure amare, favorisce i processi digestivi.
– Agrumi: sono una buona fonte di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario e ha effetti positivi sull’umore.
– Cachi: hanno un discreto contenuto calorico, sono ricchi di potassio, fosforo, magnesio e proteggono il pancreas.
– Kiwi: oltre all’alto contenuto di vitamina C, contengono fibre solubili, che favoriscono la motilità intestinale.
– Pere: sono ricche di vitamine, calcio, utile nella prevenzione dell’osteoporosi, fibre solubili e insolubili.


Lascia un commento