Giovani con la Dieta Mediterranea

La dieta mediterranea è un approccio nutrizionale ispirato ai modelli alimentari dei Paesi che si affacciano sul mare Mediterraneo. La loro dieta ha sempre privilegiato ingredienti e ricette legati alla tradizione culinaria di Italia, Grecia, Spagna e Marocco, ma poi è stata abbandonata nel periodo del boom economico degli anni Sessanta e Settanta, perché ritenuta troppo povera e poco attraente rispetto ai modelli più opulenti che arrivavano soprattutto dall’America.

Negli ultimi decenni, invece, c’è stata un’inversione di tendenza e la dieta mediterranea ha conquistato il ruolo di primo piano per il suo equilibrio e le spiccate proprietà benefiche, tanto che, nel 2010, è stata inclusa dall’Unesco nell’elenco del Patrimonio culturale immateriale dell’umanità.

Povera di grassi saturi e ricca di fibre, vitamine e antiossidanti, la dieta mediterranea aiuta a mantenere il corpo giovane, snello e in buona salute. La sua forza sta anche nell’apporto di grassi essenziali omega 3, presenti nel pesce e in alcuni prodotti agricoli tipici dell’area mediterranea come, per esempio, frutta a guscio, cereali e olio extravergine d’oliva.

Tutte queste sostanze, da una parte regolarizzano le funzioni di stomaco e intestino, dall’altra migliorano la circolazione sanguigna e combattono l’azione negativa dei radicali liberi, le molecole responsabili del precoce invecchiamento di pelle e tessuti.

Spesso si crede, a torto, che la dieta mediterranea proponga un eccesso di pasta, pane e pizza: in realtà, le abitudini alimentari delle popolazioni del bacino del Mediterraneo sono sempre state caratterizzate dal consumo di prodotti sani e salutari come legumi, cereali integrali, frutta, ortaggi, pesce e olio di oliva.

Come ha confermato la scienza, si tratta di un’alimentazione particolarmente adatta a prevenire i tumori e le malattie cardiovascolari, grazie all’elevato contenuto di fosfolipidi nel pesce, degli acidi monoinsaturi nell’olio d’oliva, delle fibre e delle vitamine presenti in abbondanza in frutta e verdura di stagione.

Piccoli Consigli per Curare la tua Salute

Non esagerare a tavola: lo pagherai per 2 anni. Mangiare troppo, insieme alla mancanza di esercizio fisico per 4 settimane, sono sufficienti affinchè l’aumento di peso e il grasso in eccessosi mantengano per i 2 anni e mezzo successivi. Invece, avere ancora un pò di fame alla fine di ogni pasto è salutare, secondo quanto dimostrato da studi scientifici.

Bevi tè berde e prendi semi di lino: ridurrai il colesterolo. E’ stato dimostrato che bere tè verde fa abbassare in tre settimane il colesterolo fino a 7,2mg per decilitro di sangue. E’ grazie alle catechine, composti che limitano il suo assorbimento nell’intestino. Anche prendere semi di lino fa bene, perchè gli Omega3 che contengono, impediscono al colesterolo di depositarsi nelle arterie.

Riempi i tuoi piatti di colori diversi per proteggerti dal cancro. Rosso, arancione e giallo, blu e viola, verde e bianco. Il colore delle verdure si deve ai composti fitochimici che contengono, e ognuno racchiude diverse virtù che ti proteggono dai tumori e si prendono cura della tua salute in generale.
-Rosso: pomodoro, ciliegia, mela, uva nera, fragola, anguria, peperone rosso contengono licopene e antocianine che prevengono il cancro del colon e proteggono il cuore.
-Giallo e arancione: agrumi, carote, ananas, peperone giallo, albicocche, zucca contengono vitamina C e carotene che sono anticangerogeni, proteggono la vista e aumentano le difese immunitarie.
-Verde: insalata, pere, broccoli, cavoli apportano luteina che evita l’invecchiamento cellulare e mantiene ossa e denti forti.
-Blu e viola: frutti rossi, melanzana, cavolo rosso, radicchio sono ricchi di antiocianine e composti fenolici. Prevengono tumori e migliorano le condizioni delle vie urinarie.
-Bianco: banane, cavolfiore, aglio, cipolla, funghi champignon contengono potassio e allicina che riducono il rischio di cancro e mantengono i giusti livelli di colesterolo.

Contro al stitichezza bevi acqua tiepida quando ti svegli. La cosa più utile è bere da uno a due bicchieri di acqua subito dopo esserti svegliata al mattino. Il trucco funziona ancora meglio se l’acqua è tiepida. E subito dopo fai una colazione a base di frutta fresca, cereali integrali e yogurt. Per facilitare i movimenti dell’intestino, poi, cammina un pò per casa.

Proteggi la flora intestinale per evitare l’obesità. Uno squilibrio nella flora intestinale non solo può causare disturbi all’apparato digerente ma può essere anche all’origine di un accumulo di chili e di squilibri del metabolismo. Per ripristinare la flora intestinale, devi bere molta acqua e seguire un’alimentazione ricca di frutta, verdura e yogurt.

Depurarsi con Frutta e Verdura

Il modo migliore per cancellare velocemente ogni segno di gonfiore e ritrovare un fisico visibilmente più tonico e asciutto? Depurarsi con frutta e verdura. Nella propria alimentazione bisogna sempre privilegiare i vegetali di stagione, soprattutto i più ricchi di vitamina C, come arance, limoni e clementine, ma anche broccoli e rucola. Mele, pere, ananas e melegrana, invece, sono ricchi di fibre e aiutano a disintossicarsi e a sgonfiarsi.

Il sedano: è una buona fonte di fibre, vitamine (A, B e C) e minerali (calcio, potassio, magnesio e selenio). Ha proprietà digestive, diuretiche e lassative. E’ ideale per arricchire ogni insalata, purifica l’organismo e contrasta il gonfiore e la ritenzione idrica.

Le carote: hanno un elevato contenuto di vitamine (B, D ed E) e minerali, aumentano le difese dell’organismo e sono una buona fonte di glutatione, un antiossidante che contrasta l’azione negativa dei radicali liberi. Favoriscono la produzione di succhi gastrici, aiutano la digestione, stimolano il fegato, regolano i livelli di colesterolo nel sangue e hanno un’azione diuretica.

L’insalata verde: è una buona fonte di minerali e di vitamine. In particolare la rucola, è una delle verdure più ricche di vitamina C: ne apporta 110 mg ogni etto. Un contenuto maggiore rispetto a quello degli spinaci crudi (54 mg) e del tarassaco (52 mg); in più, contiene una sostanza solfo-azotata che stimola il metabolismo.

I broccoli: hanno un ridotto contenuto calorico (circa 27 calorie per 100g) e sono un’ottima fonte di acido folico, fibre, vitamine e sali minerali, soprattutto vitamina C e potassio. Inoltre, grazie a un alto contenuto di solforafano, hanno un’azione protettiva e spiccate proprietà depurative, diuretiche e antifiammatorie.

La verza: è ricca di vitamine (A e C) e di sali minerali (potassio, ferro, fosforo, calcio e zolfo) e ha un’azione protettiva nei confronti di numerose forme tumorali grazie a un alto contenuto di fitoestrogeni e di sostanze antiossidanti in grado di proteggere l’apparato digerente.

L’ananas: è composto per il 9% da acqua e per il 10% da zuccheri, vitamine (A, gruppo B e C), minerali (iodio, magnesio, manganese, potassio, calcio), acidi oranici (acido citrico, malico e ossalico). Ha proprietà diuretiche e antinfiammatorie utili contro gli edemi della cellulite ed è ricco di bromelina, un enzima che facilita la digestione e contrasta il gonfiore.

La melagrana: è un concentrato di vitamina C e aiuta a tenere sotto controllo la pressione alta. Il suo succo, grazie all’ottimo contenuto di antiossidanti, protegge l’organismo e contrasta l’arterosclerosi.

Le prugne secche: sono una fonte eccellente di antiossidanti e contengono anche il potassio. Inoltre, esercitano un’azione lassativa, ma anche decongestionante e disintossicante, favorendo la funzionalità del fegato.

Gli agrumi: hanno un contenuto variabile di vitamina C: 100 g di arance o di limoni ne apportano circa 50 mg, mentre mandarini e pompelmi 42 mg. Ottimi da consumare al naturale, sono squisiti anche spremuti, oppure spellati al vivo per arricchire l’insalata mista.