Anno Nuovo Vita Nuova

Buongiorno mondo…. scriverebbe wordpress.. credo che sia il titolo di questo post sia la frase più ripetuta in questi giorni e ci siamo fatti prendere dalla mano… abbiamo trasformato il sito in un blog.

Perché?

Ci siamo adeguati. Lo diciamo da sempre o ti adegui o ti estingui e sono fermamente convinto che ormai internet è diventato un mondo di condivisioni, commenti, riflessioni e questo puoi farlo solo con un blog. I siti dove la comunicazione è a senso unico sono destinati a morire!!!

Ancora siamo in fase di “trasloco” e potrebbe capitare che qualcosa ancora messa fuori posto tu non la riesca a trovare, quindi ti lasciamo comunque il link del vecchio sito, così potrai sempre tornare lì a cercare ciò che non trovi qui: clicca qui

Con l’occasione comunicacelo, così provvediamo… puoi scrivere anche direttamente sui commenti, così iniziamo ad abituarci 😀

A questo punto che dirti…

Buon Inizio Anno anche per Te, non solo pieno di buoni propositi, ma principalmente di tante buone azioni che ti faranno realizzare i buoni propositi!!!

Auguri

Network Marketing

La speranza di trovare una via d’uscita con un’attività sostitutiva riguarda tutti. È per questa ragione che il Network Marketing può rappresentare una valida alternativa. In questi anni si sta assistendo, inversamente, a un altro fenomeno. Milioni di persone rivolgono la loro attenzione verso le piccole attività imprenditoriali, poiché esse rappresentano un’importante forma di riconversione.

L’aspirazione a mettersi in proprio è, infatti, fortemente in crescita. Faith Popcorn, guru del marketing, descrive questa tendenza con il concetto di “egonomia”: il forte desiderio di affermazione personale. Qualcosa che difficilmente si può realizzare lavorando sotto padrone o svolgendo un’attività non sentita come propria.

Il Network Marketing è la risposta a tutte queste esigenze.

A differenza delle piccole imprese individuali il Network Marketing non richiede:
• nessun esborso finanziario (basta un po’ di materiale dimostrativo);
• nessuna spesa fissa (la società s’incarica di tutta l’amministrazione);
• nessuna assunzione di dipendenti (si lavori in team indipendenti);
• nessuna formazione o esperienza specifica (la società ti mette a disposizione strumenti, metodi di lavoro e corsi di formazione);
• nessuna restrizione di orari o metodo (lavori come vuoi e quando vuoi).

Il sistema di remunerazione è molto incentivante. Non si guadagna, infatti, solo sui prodotti venduti personalmente, ma anche su quelli distribuiti dai propri clienti. E dai clienti dei propri clienti. Questo sistema di distribuzione consente la creazione di una rete di “vendita” (in realtà il termine vendita è improprio) tramite la quale i prodotti e i servizi sono offerti direttamente alla clientela. I distributori li presentano e li consegnano direttamente al consumatore o per le attività online fanno in modo di farglieli arrivare a casa.

La rete si sviluppa, infatti, grazie ai distributori che invitano altri a seguirli. In contropartita, essi riceveranno una remunerazione indiretta sulle vendite realizzate dai nuovi distributori coinvolti. Per lo sponsor è prevista la partecipazione alle vendite su diversi (cambia da azienda ad azienda) livelli di incaricati. Insomma, per avere successo nel Network Marketing basta partire con poche persone, purché siano capaci sia di condividere il prodotto che l’attività.

Attenzione: All’inizio della propria attività in Network Marketing, chi ha esigenza di guadagnare da subito deve dedicarsi sopratutto alle vendite, pur ricercando nel contempo altri distributori. Solo quando si è formato un team di 5 distributori diretti ATTIVI, l’attività di vendita diretta si potrà ridurre a favore dell’addestramento e dedicare più tempo alla costruzione del team.

Le Storie Vendono più dei Fatti

La maggior parte degli uomini quando guardano la tv amano fare zapping… click, click, click… ogni due secondi cambia canale… click, click, click… Quanto tempo ci vuole per prendere una decisione se vuol vedere o meno quel canale? Meno di 2 secondi. In pratica decide con nessun dato, nessuna informazione importante. Ha deciso di NON guardarlo in meno di 2 secondi. Lo so che stai pensando: “Ehi, non è giusto. Ha bisogno di sapere di più. Ha bisogno di guardare il canale più a lungo per poter valutare.”

Beh, non può essere giusto, ma è così.

L’uomo ha un meccanismo interno del suo cervello che rende automatica la decisione finale su quel canale, e questo meccanismo funziona in pochi secondi. Nessun bisogno di dati… solo emozioni! Le persone con cui pari del business utilizzano questo stesso meccanismo per prendere la decisione finale sulla tua attività. Non decidono su dati o informazioni. Quindi non irritare i potenziali clienti/distributori con dati e informazioni quando sei in chiusura.

Sarebbe scortese.

La storia di una persona che ha risolto il suo problema è più importante della quantità di vitamine contenute in un integratore o della percentuale di sconto sul conto telefonica. I dati non emozionano, le storie si… le persone non comprano prodotti o servizi, comprano emozioni… EMOZIONI… EMOZIONI!!!